UNA MANO PER IL NEPAL

CHI SIAMO

Una Mano Per il Nepal è il blog dell’associazione Apeiron ODV, impegnata dal 1996 a migliorare le condizioni di vita delle donne, in Nepal e in Italia. Sul nostro blog leggerai storie e racconti del nostro lavoro quotidiano.

Sul nostro sito puoi trovare tutto sui nostri progetti.

PARTECIPA

Ti interessa il nostro lavoro e vorresti dare una mano? Ecco come puoi fare:

Scrivi per noi
Diventa amico di Apeiron
Dona ad Apeiron

CONTATTACI

Apeiron ODV
Via Silvio Corbari, 175
47521 Cesena (FC)
info@apeironitalia.it
apeironitalia.it

Un futuro per ogni bambino, il nostro progetto educativo si rinnova e rinforza!

Un sogno iniziato più di 15 anni fa

Dal 2006 ci occupiamo di creare consapevolezza dei propri diritti e di dare sostegno all’educazione. Il nostro percorso è iniziato con 12 bambini provenienti da famiglie in condizioni di svantaggio socio-economico ed è proseguito nel tempo, uno studente alla volta.

Dal 2020, lo scoppio della pandemia ha ovviamente generato ulteriori difficoltà a livello organizzativo e strutturale nell’accesso all’istruzione scolastica, con conseguenze per gli studenti, anche a livello emotivo e psicologico, destinate a perdurare nel tempo.

Nepal, scuole e pandemia

Nel mondo, i Paesi hanno adottato una serie di misure diverse per rispondere alle nuove sfide educative che la pandemia ha generato, in base alla loro disponibilità di risorse.

Il Nepal, come ogni altro Paese a basso reddito, presenta tuttavia ampi gap tra la sua popolazione, sia in termini socio-economici che nel livello di istruzione e alfabetizzazione. Il sistema educativo esistente e la distribuzione diseguale delle sue risorse sono stati presi spesso di mira e considerati come causa dell’ampliamento della distanza tra i soggetti che hanno risorse e quelli che non ne hanno affatto.

Con l’avvento del COVID-19, l’uso del digitale e l’accesso diseguale alle risorse e-learning, le distanze preesistenti si sono ulteriormente incrementate, ampliando le disuguaglianze soprattutto tra i bambini.

All’interno dei nostri progetti, tanto gli studenti delle scuole di Bhojpur e Dhading, dove già avevamo lavorato in precedenza, quanto i ragazzi che fanno parte da anni del programma di borse di studio hanno manifestato una chiara consapevolezza della loro situazione di maggior vulnerabilità rispetto ad altri coetanei ed hanno espresso un senso di preoccupante “inadeguatezza”, che ci ha spinti a trovare una soluzione più efficace per i nostri progetti, da realizzare nei prossimi tre anni.

Da queste premesse è scaturita la decisione di rafforzare il nostro impegno sul fronte del sostegno all’educazione con interventi mirati rivolti tanto collettivamente ad intere scuole e comunità rurali, quanto individualmente agli studenti più vulnerabili e bisognosi di sostegno.

Il nuovo progetto educativo

Anni di impegno sul campo ed un confronto costante con i collaboratori in Nepal e con i beneficiari dei nostri interventi ha reso infatti sempre più evidente che povertà educativa e povertà materiale sono legate da un circolo vizioso: i bambini che provengono da famiglie svantaggiate hanno più probabilità di conseguire peggiori risultati a scuola, hanno meno possibilità di partecipare ad attività sociali, culturali e ricreative, di svilupparsi emotivamente e di realizzare il proprio potenziale. Una volta diventati adulti, questi bambini incontrano poi maggiori difficoltà ad attivarsi nella società e a trovare lavori di qualità. 

Siamo fermamente convinte che la scuola debba avere un ruolo attivo soprattutto nei momenti di crisi come quelli attuali, segnati da una pandemia mondiale e da tensioni politiche ed economiche mondiali: nella lotta ai pregiudizi, nella prevenzione delle discriminazioni e nella valorizzazione della diversità. E’ inoltre il luogo privilegiato dove ciascun studente può conoscere e familiarizzare con gli strumenti adatti a realizzare appieno il proprio potenziale. 

Per questo motivo abbiamo rielaborato il nostro progetto educativo, che nei prossimi tre anni si concentrerà su due aspetti: garantire equo accesso ad un’istruzione di qualità nelle scuole e presso le comunità di Bhojpur e Dhading, e assicurare il proseguimento degli studi scolastici dei ragazzi residenti nella Valle di Kathmandu e sostenuti sino ad oggi da una borsa di studio.

Per scoprire i dettagli dei nostri nuovi interventi educativi in Nepal, clicca qui e aderisci al nostro sogno, quello di garantire un futuro per ogni bambino!

*

I commenti dovranno essere approvati prima della pubblicazione.

Condividi