UNA MANO PER IL NEPAL

CHI SIAMO

Una Mano Per il Nepal è il blog dell’associazione Apeiron Onlus, impegnata dal 1997 a migliorare le condizioni di vita delle donne, in Nepal e non solo. Sul nostro blog leggerai storie e racconti del nostro lavoro quotidiano.

Sul nostro sito puoi trovare tutto sui nostri progetti.

PARTECIPA

Ti interessa il nostro lavoro e vorresti dare una mano? Ecco come puoi fare:

Scrivi per noi
Diventa amico di Apeiron
Dona ad Apeiron

CONTATTACI

Apeiron ODV
Via Oneglia 55
Cesena, Italia
info@apeironitalia.it
apeironitalia.it

Pariwartan: generare il cambiamento per una società più informata e consapevole

Tempo di lettura
Scritto da
Pubblicato il
1 Giugno 2020

L’agenzia delle Nazioni Unite per la salute sessuale e riproduttiva definisce la violenza di genere come un “termine ombrello per qualsiasi atto dannoso che viene perpetrato contro la volontà di una persona e che si basa su differenze socialmente attribuite (cioè di genere) tra maschi e femmine. Comprende atti che infliggono danni o sofferenze fisiche, sessuali o mentali, minacce di tali atti, coercizione e altre privazioni della libertà. Questi atti possono avvenire in pubblico o in privato”. Le disuguaglianze di genere all’interno della famiglia e della società influiscono quindi in modo decisivo sulla salute e sui diritti sessuali e riproduttivi delle persone.

Ma che cosa significa? Significa che la possibilità di avere esperienze sessuali sicure e piacevoli, libere da coercizione e violenza, o la capacità di decidere se e quando riprodursi, così come il diritto di uomini e donne di essere informati e avere accesso a metodi contraccettivi sicuri ed efficaci o ai servizi sanitari adeguati vengono spesso a mancare quando esistono forti discriminazioni di genere all’interno delle società e delle famiglie.

In Nepal ancora oggi la violenza di genere è la prima causa di morte per le donne in età riproduttiva; una donna su tre è costretta dal marito ad avere rapporti sessuali ed un adolescente su due crede che sia giusto che le donne tollerino determinate violenze per poter mantenere l’armonia famigliare.

Lo scorso anno Apeiron ha deciso di affrontare questi problemi creando, grazie al sostegno finanziario di Amplify Change, un progetto educativo volto alla sensibilizzazione e all’approfondimento dei diritti sessuali e riproduttivi delle persone e delle diverse forme di violenza di genere. Così è nato Pariwartan.

L’obiettivo era quello di creare una maggiore consapevolezza, tanto individuale quanto collettiva, circa i problemi esistenti in alcune comunità del distretto di Sindhuli e per farlo è stato necessario creare canali differenti per i differenti gruppi d’età all’interno della cittadinanza. Il progetto è infatti stato suddiviso in diverse attività o pacchetti: uno dedicato agli adolescenti, un altro per donne e uomini adulti e un terzo ideato per l’istruzione pubblica.

Accrescere la consapevolezza – dedicato agli adolescenti

Per questa attività  il personale Apeiron ha creato un gruppo di formatori che, fornendo servizio presso le scuole selezionate, avevano il compito di accompagnare i ragazzi nello sviluppo di una serie di “competenze per la vita”. Attraverso attività sportive, teatrali, narrative e un linguaggio adatto ai destinatari di questo percorso di istruzione non formale  sono stati affrontati i temi della salute e diritti sessuali e riproduttivi, della violenza di genere, degli stereotipi di genere e della gestione della salute mestruale.

Accrescere la consapevolezza –per gli adulti

Per donne e uomini adulti, invece, sono state organizzate sessioni settimanali in cui venivano affrontati i temi della salute e dei diritti sessuali e riproduttivi, della violenza di genere, delle procedure di riferimento per le vittime di violenze, delle leggi sullo stupro, del matrimonio infantile e della poligamia. Lo svolgimento di queste attività è stato agevolato non solo dalla presenza dei responsabili del progetto di Apeiron, ma anche grazie alla partecipazione degli addetti della polizia e del servizio sanitario locale.

Istruzione pubblica

Infine, tenendo conto del ruolo fondamentale dei mass media nel diffondere valori e norme positivi nella quotidianità dell’essere umano, sono state organizzate diverse attività mirate alla sensibilizzazione della collettività. Una delle più efficaci ed apprezzate è stata quella del Kachahari, una pratica teatrale tradizionale che prevede il coinvolgimento del pubblico nello sviluppo della trama. Questo metodo partecipativo è stato indispensabile per far emergere e ad affrontare problemi vissuti in prima persona dai cittadini, come le diverse forme di violenza domestica, il matrimonio e la poligamia infantili o la mancata libertà di decisione in merito alla nascita dei bambini. Inoltre, sono state attivate una campagna social, grazie alla partnership con Stories of Nepal, ed è stato distribuito del materiale informativo user-friendly, ovvero rappresentazioni pittoriche di leggi e politiche inerenti ai temi affrontati in modo da renderle comprensibili a tutti.

Tutte queste attività, accompagnate dal monitoraggio regolare degli addetti Apeiron e dal coordinamento con gli stakeholder locali, hanno avuto un sorprendente risultato! Tutti i partecipanti al progetto sono stati sottoposti a test preliminari e finali, ossia rispettivamente prima e dopo ciascuna delle attività in cui sono stati coinvolti, ed il confronto dei risultati dei questionari ha mostrato l’incredibile efficacia degli insegnamenti. Grazie a Pariwartan donne, uomini e ragazzi di tutte le età hanno avuto l’opportunità di sviluppare quelle conoscenze fondamentali in materia di salute e diritti sessuali e riproduttivi che permetteranno loro di migliorare il proprio benessere fisico e psicologico e la qualità delle loro vite.

*

I commenti dovranno essere approvati prima della pubblicazione.

Condividi